A quanto pare gli stranieri apprezzano particolarmente i bar e le gelaterie italiane. A rivelarlo il convegno tenutosi al Sigep 2017 dal titolo “Dalla caffetteria alla gelateria: i nuovi format del bar di successo” promosso dalla Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi, NPD e Tradelab.

“Il bar italiano continua ad essere un tratto distintivo dell’italian lifestyle. Non è un caso che sia una delle cose maggiormente apprezzate dai turisti stranieri. La qualità dei prodotti, dalla caffetteria alla gelateria e pasticceria, lo stile di servizio ed il mood di convivialità che lo contraddistinguono costituiscono un patrimonio, anche immateriale, da preservare e valorizzare. I dati ci dicono che siamo dinanzi a grandi cambiamenti, purtroppo non sempre positivi, come quelli che indicano elevati tassi di mortalità imprenditoriale, costi di gestione insostenibili ed un sistema competitivo sempre più difficile” ha dichiarato Lino Enrico Stoppani, Presidente Fipe.

Luogo di incontro e di consumo , il bar è diffuso su tutto il territorio italiano, soprattutto nel Sud Italia. Irrinunciabile per gli italiani la colazione al bar, più di sei italiani su dieci la consumano fuori casa. Cinque milioni di italiani fanno  colazione  al bar almeno 3 o 4 volte alla settimana, mentre per quattro milioni è  un rito quotidiano.  Cosa si consuma di più al bar? Il caffè in primis, il 61% degli italiani non può fare a meno della tazzina di caffè, in particolare dell’espresso. Anche la gelateria cresce, nello specifico il consumo di gelato da passeggio di tipo artigianale aumenta rispetto a quello industriale, passando dal 79,7% del 2011 al 83,7% del 2016.

Cosa accadrà nel nuovo anno? Per il momento non ci resta che aspettare!